IN QUESTA INCREDIBILE CITTÀ LE PERSONE VIVONO SENZA POLITICA, NESSUNA RELIGIONE E SENZA SOLDI

C’è ancora un posto dove vivere, e non solo per i suoi paesaggi, ma per i loro ideali di società che non seguono gli standard a cui siamo abituati….

C’è ancora un posto dove vivere, e non solo per i suoi paesaggi, ma per i loro ideali di società che non seguono gli standard a cui siamo abituati. In questa città non ci sono soldi, nessuna religione, nessuna politica. Questo è veramente un paradiso.

Pensate in un posto del genere  senza tutti questi fattori che in realtà sono i nostri problemi, un luogo dove si può finalmente vivere in pace.

Questo posto esiste e si chiama “Auroville”!

Auroville è stata fondata nel 1968, il progetto venne presentato al Governo Indiano, che decise di appoggiarlo e lo porto’ all’Assemblea Generale dell’UNESCO. Nel 1966 l’ UNESCO approvo’ all’unanimita’ una risoluzione che raccomandava Auroville come progetto di basilare importanza per il futuro dell’umanità. I suoi abitanti appartengono a nazioni e culture diverse, coesistono senza alcun problema, poiché non hanno un sistema politico, non hanno religione e non utilizzano i nostri sistemi economici ma vivono attraverso il sistema di scambio, i cittadini percepiscono una specie di “reddito di cittadinanza”  lavorando per la comunità nel campo preferito, niente è imposto.

Auroville si trova nel sud dell’India, a 150 chilometri da Chennai a Madras. In questa città gli edifici sono realizzati sulla base di un’architettura sperimentale, in quanto sono in continua evoluzione. Questo perché queste strutture cercano di ottimizzare l’uso delle energie rinnovabili che è il loro obiettivo principale: il riutilizzo e il riciclaggio.

La persona che ha progettato, gestito e fondato questa meravigliosa città era: Mirra Alfassa, meglio conosciuta come “Madre”.

“CI DOVREBBE ESSERE UN LUOGO SULLA TERRA CHE NESSUNA NAZIONE PUÒ RIVENDICARE COME PROPRIO, IN CUI TUTTI GLI ESSERI UMANI DI BUONA VOLONTÀ CHE HANNO UNA SINCERA ASPIRAZIONE POSSONO VIVERE LIBERAMENTE COME CITTADINI DEL MONDO, OBBEDENDO A UN’UNICA AUTORITÀ, QUELLA DELLA VERITÀ SUPREMA. UN LUOGO DI PACE, CONCORDIA E ARMONIA DOVE L’ISTINTO COMBATTIVO DELL’UOMO È STATO UTILIZZATO ESCLUSIVAMENTE PER ELIMINARE LA CAUSA DELLE LORO SOFFERENZE E DELLE TANTE MISERIE, PER SUPERARE LE LORO DEBOLEZZE E L’IGNORANZA, E PER TRIONFARE SUI LORO LIMITI. UN LUOGO DOVE I BISOGNI DELLO SPIRITO E L’INTERESSE DEL PROGRESSO PREVALGANO SUL SODDISFACIMENTO DEI DESIDERI E DELLE PASSIONI O LA RICERCA DEL PIACERE E GODIMENTO MATERIALE” QUESTA ERA L’IDEA DI ALFASSA.

 

Da questo ideale, ora abbiamo questa straordinaria città.

La cosiddetta “città dell’aurora” vuole diventare un punto di riferimento per lo sviluppo ecosostenibile e l’innovazione sociale indiana e del mondo. La città è autosufficiente energeticamente grazie all’energia solare. Si fonda sull’agricoltura biologica e produzione di latte e latticini, il riciclaggio della quasi totalità dei materiali e la costruzione con tecniche di bioedilizia. Vanta un sistema educativo gratuito e senza voti. Si struttura sulla proprietà collettiva, senza leggi o forze dell’ordine e coltiva l’arte spontanea, la quiete e la meditazione.

Sicuramente questa città è un esempio da seguire, principi sani, condivisione e fratellanza, se qualcuno desidera visitare questa città (sono tantissimi i visitatori ogni anno) può trovare informazioni cliccando su questo link: auroville.org

La mia parte intollerante

Fonte: lospillo.info

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *