Ritrovata specie di ragno che si mimetizza come una foglia secca

Una grande strategia per la sopravvivenza in natura è il camuffamento per tendere un’imboscata alle prede ignare o per convincere i predatori che non si è molto gustosi.

Una specie di ragno del genere Poltys è appena stata ufficialmente identificata recentemente perché ha una copertura impeccabile di foglia secca. La scoperta è stata pubblicata in uno studio, ma l’aracnide non ha un nome scientifico, e la sua descrizione dettagliata non è ancora stata fatta. La scoperta avvenne nel 2011, ma ci sono voluti cinque anni di ricerche per confermare che si trattava di una nuova specie.

 

Il genere Poltys contiene più di 3000 specie, una delle quali è nota nella letteratura e cinema per bambini: il cavaticus Araneus , Charlotte dal classico racconto “La tela di Carlotta” (Harper e fratelli, 1952).

Ciò che sorprende per le specie è che finge di essere una foglia secca un camuffamento molto più comune negli insetti, ma non negli aracnidi. L’ordine Phasmatodea , per esempio, ha centinaia di specie di insetto stecco, che sembrano rami di alberi.

Circa 100 specie di ragno hanno caratteristiche che li fanno sembrare come un animale inanimata o qualcosa con cattivo gusto, come rametti di alberi, detriti di albero o anche con cattivo odore di uccelli. Questa è la prima specie di ragni che ha una forma di foglia.

Scoperta accidentale

La scoperta di questo genere è accaduta involontariamente, secondo l’autore del lavoro, Matjaz Kuntner, del Centro di Ricerca Scientifica dell’Accademia Slovena delle Arti e delle Scienze.

I ricercatori hanno fotografato l’aracnide nel 2011, durante la ricerca di altri tipi di ragno in Cina. Hanno trovato l’individuo – una femmina – su un ramo, circondata da foglie morte.

Hanno poi notato che la posteriore dell’animale sembrava una foglia verde, mentre la parte inferiore sembrava una foglia morta, con un nodulo nel suo addome come un gambo di una foglia.

Le foglie intorno al ragno erano legate con la seta, il che indica che erano state  messe lì apposta per migliorare il suo camuffamento. Tuttavia, un’osservazione accurata è necessaria per confermare questo comportamento, ha detto Kuntner.

Dopo aver studiato per due settimane, il ricercatore e il suo team sono stati solo in grado di trovare un’altro ragno della stessa specie , un giovane maschio.

Il team  ha rivolto la sua attenzione ai musei di tutto il mondo, per vedere se tale specie era stata registrata. “Dopo aver parlato con i curatori  hanno stabilito la rarità della specie in natura

Un campione simili è emerso tra la collezione di un museo, una femmina trovata in Vietnam. Ma i ricercatori sospettano che questa copia del Vietnam appartiene a una specie diversa dei due ragni che si trovano in Cina.

I ricercatori hanno concluso lo studio dicendo che le abitudini segrete del misterioso ragno e stile di vita notturna hanno consentito di evitare con successo non solo i predatori, ma i ricercatori pure. [ LiveScience ]

 

Fonte: hypescience.com

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook “ Pianeta blu  e Beautiful exotic planet earth” ed al nostro profilo su twitter

Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,aspetta due secondi si aprirà un finestrella.

Clicca sul tasto “Mi piace” e poi su “ricevi notifiche” per seguirci costantemente.

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

Segui anche il nostro blog tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *